ISC logo Form Psico

Neuroscienze

Introduzione all’utilizzo del neurofeedback: training di 36 ore riconosciuto e accreditato dalla BCIA (Biofeedback Certification International Alliance)
Evento dal vivo
a cura diAinat Rogel, Diana Martinez, Leon Morales-Quezada, Lisa Bortolotto
Date: Autunno 2022 – data disponibile a breve *
Orario: dalle 9:00 alle 17:00
Accedi alla videoregistrazione dell’evento senza limiti di tempo
Questo evento si svolgerà a Milano
Disponibile in Italiano (traduzione simultanea), Inglese
Accreditamento ECM
Riceverai 36 crediti ECM

EARLY BIRD

(valido fino al 28/02/2022)

Prezzo dell’evento

1.600,00 

(prezzo IVA inclusa)

🔓 Pagamento online immediato (by Stripe)
🏦 Pagamento con Bonifico entro 48/72h
Partner Evento (Turchia): yeni_ps-1
Partner Evento (Malta): waterlily

Dettagli dell’evento

Questo training introduttivo sull’utilizzo del neurofeedback, articolato in 36 ore di lezione, è rivolto ai terapeuti intenzionati a introdurre questa modalità di trattamento all’interno della propria pratica clinica. Il training offrirà ai partecipanti sia una base teorica completa che l’opportunità di fare pratica in modo diretto, acquisendo l’esperienza necessaria per utilizzare il neurofeedback durante le sedute con i propri clienti.

Il team di Trainer altamente qualificati che condurranno il training è composto da medici e terapeuti con oltre 15 anni di esperienza in questo settore, ognuno dei quali continua attivamente a condurre ricerche e pubblicare numerosi articoli sul neurofeedback e la neuromodulazione. Le conoscenze approfondite dei docenti in materia, nonché l’esperienza maturata rispetto all’insegnamento del corso, rappresentano senza dubbio un grande vantaggio per tutti coloro che si iscriveranno al corso.

Informazioni di base:

Il trattamento con il neurofeedback o NFT (neurofeedback treatment) è una tecnica di auto-regolazione non invasiva, non farmacologica, attraverso cui l’individuo apprende a modificare l’attività elettrica del cervello. L’NFT consente di rafforzare l’attività cerebrale desiderata, offrendo un feedback positivo in tempo reale. Questo processo consente al cervello di imparare a regolare la propria attività, cosa che incide positivamente sul funzionamento cognitivo, fisico ed emotivo della persona.

L’NFT è una modalità di trattamento tecnologicamente all’avanguardia. Si basa sull’elettroencefalografia (EEG), attraverso cui rileva – in tempo reale – l’attività elettrica del cervello. L’utilizzo di un programma informatico specifico consente, inoltre, sia di analizzare l’EEG che di offrire un feedback audiovisivo in tempo reale. Con il passare del tempo, il cervello impara a migliorare la sua attività. In base all’esperienza maturata dai Trainer, integrare il neurofeedback alla talk therapy tradizionale permette di migliorare l’outcome di trattamento.

La ricerca ha dimostrato che l’NFT non migliora soltanto la performance del cliente, ma riduce anche i sintomi di vari disturbi mentali come il disturbo da iper-attività e deficit di attenzione (ADHD), i disturbi dell’apprendimento, i disturbi dello spettro autistico, i disturbi d’ansia e la depressione, nonché i sintomi associati al trauma e al trauma dello sviluppo.

 

Informazioni sulla certificazione:

 Questo training è riconosciuto e accreditato dalla BCIA (Biofeedback Certification International Alliances) e soddisfa il requisito delle 36 ore di formazione didattica necessario ai fini del processo di certificazione internazionale.

Per maggiori informazioni sul training introduttivo e sulla certificazione internazionale, visitare il sito della BCIA: https://www.bcia.org/nf-entry-level.

Obiettivi formativi

La partecipazione al training introduttivo consentirà ai terapeuti di acquisire una conoscenza approfondita della psicofisiologia alla base del trattamento con il neurofeedback, nonché delle diverse tecniche necessarie per utilizzare questo approccio con i clienti. Tale conoscenza è fondamentale per integrare efficacemente l’NFT all’interno della pratica clinica.

Il training è finalizzato al raggiungimento dei seguenti obiettivi formativi:

  1. Definire il trattamento con il neurofeedback, i suoi meccanismi e le condizioni che stabiliscono se è appropriato utilizzare questa modalità.
  2. Acquisire le conoscenze teoriche necessarie per comprendere e utilizzare il neurofeedback, compresi gli aspetti relativi alla neuroanatomia, alla neurofisiologia, all’elettricità e altri concetti di base.
  3. Identificare i diversi componenti di un protocollo NFT completo ed efficace; applicare il suddetto protocollo durante le sedute di trattamento con il neurofeedback, monitorandolo nel tempo.
  4. Dimostrare di essere in grado di utilizzare la strumentazione relativa al neurofeedback per condurre sedute NFT e gestire la fase di assessment con successo.
  5. Comprendere come integrare e applicare efficacemente il neurofeedback alla pratica clinica.

Conosciamo i docenti

Leggi la biografia degli speaker

Ainat Rogel
è co-fondatrice e co-direttrice del Centro Boston Neurodynamics all’interno del quale pratica il trattamento con il neurofeedback, effettua e analizza la mappatura cerebrale (o elettroencefalografia quantitativa – qEEG) e offre formazione/supervisione a terapeuti e studenti. Ricopre attualmente la carica di Presidentessa del Comitato Direttivo della ISNR (International Society of Neurofeedback & Research). Ainat è specializzata nel trattamento del trauma dello sviluppo, del PTSD e della dissociazione. Il suo approccio si basa sull’integrazione tra neurofeedback, biofeedback e psicoterapia. Oltre ad aver conseguito la certificazione BCIA come terapeuta e supervisore NFT, Ainat ha conseguito un dottorato in informatica e neurobiologia ed è una social worker iscritta all’apposito albo. Ainat sostiene fermamente l’importanza di introdurre il neurofeedback e il biofeedback all’interno della terapia in generale e, nell’ambito della sua pratica clinica, si è specializzata particolarmente nel trattamento del trauma dello sviluppo. Oltre al lavoro con i clienti, il suo interesse per la ricerca evidence-based l’ha portata a diventare relatrice, trainer e supervisore a livello internazionale. Per quanto riguarda il suo percorso accademico, Ainat ha conseguito il dottorato in informatica e neurobiologia presso l’Università ebraica di Gerusalemme, in Israele, e si è laureata come social worker presso il Simmons College (nel 2017). Ha svolto la sua attività di ricerca sul cervello presso diverse istituzioni importanti, tra cui il Massachusetts Institute of Technology, il Martinos Center for Biomedical Imaging presso l’MGH di Harvard e l’Università ebraica di Gerusalemme, in Israele. Sin dal 2010, si è dedicata specificamente alla ricerca sul neurofeedback e al lavoro clinico in quest’ambito, collaborando con il Mental Health Center di Beer-Sheva e l’Università Ben-Gurion, in Israele. Ainat ha lavorato anche come terapeuta e coordinatrice presso la clinica per pazienti non ospedalizzati Arbour Outpatient Clinic di Boston. Dal 2012, fa parte dello staff del Trauma Center presso il Justice Resource Institure (JRI) in qualità di coordinatrice scientifica per il neurofeedback. Ha coordinato lo studio sull’utilizzo del neurofeedback nel trattamento dei bambini e ha partecipato anche a quello relativo al trattamento degli adulti. Email: ainat@bostonneurodynamics.com.
Diana Martinez
E un medico specializzato in neuroriabilitazione. Riguardo al suo background accademico, ha conseguito la laurea in medicina presso l’Università di Aguascalientes, in Messico, nel 2002; nel 2006 ha ottenuto una borsa di ricerca in riabilitazione neurologica da parte dell’Istituto IAHP di Philadelphia e, nel 2009, ha conseguito la laurea magistrale in questo stesso ambito. Nel 2012 ha ottenuto una borsa di ricerca in neurofisiologia da parte dell’Ospedale Universitario di Cleveland e, nel 2018, ha conseguito il dottorato presso la De Montfort University a Leicester, nel Regno Unito. Diana ha maturato 15 anni di esperienza nell’ambito del trattamento di pazienti con gravi lesioni cerebrali, lavorando negli Stati Uniti, in Messico, in Spagna, in Italia, in Cina, in Brasile, in Colombia e nell’Honduras. Ha messo a punto, insieme ad altri professionisti, un intervento integrativo per la riabilitazione dei pazienti con disturbi neurologici che include il neurofeedback e altre tecniche di stimolazione cerebrale non invasive. Dal 2012, è diventata AD dei Centri Neocemod (Centro di Neuromodulazione) presenti a Città del Messico e Aguascalientes, in Messico. Diana ha una consolidata esperienza nel trattamento di pazienti con epilessia, disturbi dell’apprendimento, disturbi del comportamento, disturbi dell’umore, disturbi del sonno, lesioni cerebrali traumatiche e paralisi cerebrale. Ha, inoltre, un’esperienza consolidata in neurofisiologia e nell’interpretazione dell’elettroencefalografia (EEG), dell’elettroencefalografia quantitativa (qEEG) e del potenziale evento-correlato (ERP). Diana offre consulenze a livello internazionale ai professionisti che utilizzano il neurofeedback; attualmente, combina il lavoro clinico a quello di ricerca (la sua tesi di dottorato riguardava lo studio degli effetti del neurofeedback sui pazienti epilettici). Si è occupata di formazione per conto di vari enti internazionali nell’ambito della neurologia e della neurofisiologia (ISNR, BFE, NRBS e SMNB) e, nel 2017, è diventata Direttrice della Neurofeedback Clinic presso il Trauma Center del JRI di Boston. È, infine, co-fondatrice del Centro Boston Neurodynamics, che offre formazione e consulenza di alta qualità nel campo della neurofisiologia, del neurofeedback, del biofeedback e di altri interventi di stimolazione cerebrale non invasivi. Diana parla fluentemente spagnolo. Email: diana@bostonneurodynamics.com.
Leon Morales-Quezada
è un medico e uno scienziato nell’ambito della riabilitazione neuro-cognitiva, della neuromodulazione non invasiva, della psicofisiologia applicata e dello sviluppo tecnologico per la riabilitazione neurologica. Leon ha conseguito la laura in medicina presso la Universidad Autonoma di Aguascalientes, in Messico, dove ha completato il suo percorso di formazione clinica in medicina d’urgenza e cure intensive. Dopo aver conseguito la laurea magistrale e ottenuto una borsa di ricerca in riabilitazione neuropsicologica presso il Touro College, ha conseguito il dottorato in neuroscienze cognitive presso la De Montfort University a Leicester, nel regno Unito. Ha conseguito inoltre un master in sanità pubblica presso la Harvard School of Public Health. Leon ha ottenuto la prestigiosa borsa di ricerca in medicina integrativa all’interno del programma Harvard-NIH, Dipartimento di Medicina Generale, e ha collaborato con il Beth Israel Deaconess Medical Center e il National Center for Complementary and Integrative Health. Svolge attualmente la sua attività di ricerca presso lo Spaulding Rehabilitation Research Institute e il Centro per la cura e il trattamento della paralisi Ellen R. & Melvin J. Gordon. I suoi interessi di ricerca riguardano principalmente la neuromodulazione non invasiva, l’effetto placebo e gli sviluppo tecnologici nell’ambito della riabilitazione e della medicina comportamentale.
Lisa Bortolotto
E una psicologa, esperta di elettronica, con una formazione in terapia cognitivo-comportamentale. All’interno della sua pratica clinica, integra vari approcci: dalla TCC, al trattamento del trauma, dalla Schema Therapy al Brainspotting, sino al trattamento con il biofeedback e il neurofeedback. È membro della International Society for Neurofeedback & Research (ISNR), della Association for Applied Psychophysiology and Biofeedback (AAPB), della Società Italiana di Schema Therapy (SIST) e dell’Associazione Italiana Analisi e Modificazione del Comportamento (AIAMC). Le sue principali aree di interesse nell’ambito della ricerca riguardano l’elettroencefalografia quantitativa (qEEG), nonché l’utilizzo del biofeedback e del neurofeedback nel trattamento del trauma fisico e psicologico, dei disturbi dello spettro dell’autismo, dei disturbi alimentari e dei disturbi di personalità.
* L’evento sarà confermato al raggiungimento della quota minima di adesioni di 20 partecipanti.
EVENTO IN EVIDENZA

Evento dal vivo a Roma

Da Ven 30 Settembre a Dom 2 Ottobre 2022

Attaccamento e Trauma: Le nuove frontiere della ricerca e della pratica clinica
a cura di Suzette A. Boon, Mary Jo Barrett, Diana Fosha, Roger Solomon, Vincenzo Caretti, Elizabeth Warner, Jonathan Baylin, Skip Rizzo, Alessandro Carmelita, Marina Cirio, Ronald D. Siegel, Christiane Sanderson, Deb Dana

Potrai ricevere sino a 36+50 crediti ECM