Con le nostre memberships, accedi ad oltre 350 corsi on-demand e 50 ECM ogni anno. A partire da poco più di 1€ al giorno.. Clicca qui!
Webinar Live
suddiviso in 12 giornate
inzierà il 22 Novembre 2024

EMDR, IFS e Terapia della Coerenza: Integrazione di terapie per il trattamento dei traumi gravi e per un cambiamento profondo e duraturo

sarà presentato da Michelle Richardson, Bruce Hersey, Bruce Ecker, Dolores Mosquera
Questa formazione online completa di 48 ore è suddivisa in quattro moduli distinti, ognuno dei quali si concentra su approcci innovativi alla guarigione dai traumi. Guidati da esperti di fama internazionale, qui troverete metodi all’avanguardia come la terapia EMDR, la Terapia dei Sistemi Familiari Interni (IFS) e la Terapia della Coerenza. Potrete comprendere a fondo le sfumature dei traumi complessi, navigare nelle complessità degli stati dell’Io e guidare i clienti verso una profonda trasformazione attraverso l’EMDR la Terapia dei Sistemi Familiari interni e il riconsolidamento della memoria. Parteciperete a sessioni interattive, dimostrazioni dal vivo e pratiche in piccoli gruppi per affinare le vostre abilità terapeutiche e ampliare la vostra comprensione del recupero dai traumi. Scoprirete l’importanza di integrare diverse modalità terapeutiche per affrontare traumi gravi e promuovere un cambiamento duraturo nella vita degli individui. Unitevi a noi in un’esperienza trasformativa di sviluppo professionale e di guarigione emotiva.
🪙 Inclusi 50 crediti ECM 🪙
Corso accreditato come FAD asincrona dal 15 Maggio 2025 al 14 Maggio 2026
22 Novembre 2024 dalle 15:00 alle 17:00
23 Novembre 2024 dalle 15:00 alle 17:00
24 Novembre 2024 dalle 15:00 alle 17:00
24 Gennaio 2025 dalle 15:00 alle 17:00
25 Gennaio 2025 dalle 15:00 alle 17:00
26 Gennaio 2025 dalle 15:00 alle 17:00
14 Febbraio 2025 dalle 15:00 alle 19:00
15 Febbraio 2025 dalle 15:00 alle 19:00
16 Febbraio 2025 dalle 15:00 alle 19:00
14 Marzo 2025 dalle 15:00 alle 19:00
15 Marzo 2025 dalle 15:00 alle 19:00
MP0145
990 1.690 
MP0144
Pagamenti accettati:
banner-carte
🏦 Bonifico Bancario
3️⃣ Pagamento in 3 rate
Come partecipare online?
Puoi accedere a questo evento online tramite la piattaforma Zoom Meetings.
Troverai il link per la diretta qualche giorno prima dell’inizio nella tua Bacheca.
Scopri gli obiettivi formativi di questo evento:

Parte 1:

  • Elencare le diverse modalità con cui identificare e rafforzare i segnali che indicano la prontezza del paziente a lavorare sul trauma.
  • Descrivere i problemi più comuni e le soluzioni da utilizzare nell’ambito del lavoro sul trauma con i pazienti che presentano traumi complessi.
  • Elencare diversi strumenti che consentono di applicare l’EMDR al trattamento del trauma complesso.
  • Distinguere quando è opportuno applicare la terapia EMDR al trattamento del PTSD, del PTSD complesso e ai disturbi dissociativi.
  • Descrivere le tecniche specifiche utilizzate dalla terapia EMDR per effettuare una micro-elaborazione e stabilizzare il paziente.

 

Parte 2:

  • Descrivere i timori relativi all’utilizzo del Protocollo Standard dell’EMDR senza l’acquisizione di ulteriori conoscenze e abilità.
  • Identificare i vantaggi unici offerti dalla Terapia dei Sistemi Familiari Interni (IFS), in quanto modello terapeutico basato sugli Stati dell’Io, da utilizzare in combinazione all’EMDR.
  • Spiegare come sono composte le parti e in che modo l’IFS consente di raccogliere informazioni su di esse, concependole come target per l’elaborazione.
  • Identificare le tre diverse categorie di parti presenti nel modello IFS.
  • Elencare almeno 8 delle qualità uniche che contraddistinguono il Sé (o Self) nel modello IFS.
  • Descrivere a cosa si riferisce il processo di fusione con una parte, nonché quello di scissione, identificati dal modello IFS.
  • Spiegare come può procedere un terapeuta che utilizza l’IFS quando la scissione da una determinata parte risulta difficoltosa.
  • Descrivere a cosa si riferisce la testimonianza nel modello IFD ed elencare le cosiddette “6 F” che lo caratterizzano.
  • Spiegare il significato del concetto di “onere” o “fardello” all’interno del modello IFS.
  • Descrivere le due componenti dell’Intenzione Positiva del Protettore.
  • Elencare i tre elementi che costituiscono “l’ingrediente speciale” dell’IFS, ossia una serie di commenti specifici che contribuiscono a dare il giusto ritmo al processo di testimonianza, spiegando perché sono importanti.
  • Analizzare il ruolo del Sé all’interno del processo di guarigione secondo il modello IFS.
  • Identificare i due processi finali di guarigione, successivi alla testimonianza, presenti nel modello IFS.

 

Parte 3:

  • Riassumere in un’unica frase la metodologia della Terapia della Coerenza per facilitare il cambiamento trasformativo.
  • Utilizzare una qualsiasi delle tre domande in grado di facilitare efficacemente la descrizione delle caratteristiche specifiche del comportamento, dell’emozione, dell’umore, della cognizione o del disturbo somatico indesiderato del paziente.
  • Elencare, spiegare e applicare tre tecniche esperienziali in grado di trasformare i processi di apprendimento emotivo inconsci e impliciti in obiettivi di cambiamento consapevoli e intensamente sentiti.
  • Elencare, spiegare e applicare tre tecniche esperienziali per trovare una disconferma decisiva di un determinato processo di apprendimento emotivo o di un determinato schema.
  • Definire e spiegare l’esperienza relativa al cosidetto “errore di previsione”, che sblocca la codifica neurale dell’apprendimento emotivo target, avviando il processo di riconsolidamento della memoria.
  • Elencare e spiegare le tre esperienze che costituiscono la “sequenza di disapprendimento”, che annulla l’apprendimento emotivo target attraverso il riconsolidamento della memoria.
  • Elencare le varie fasi della metodologia della Terapia della Coerenza e spiegare come si svolge la sequenza di disapprendimento del riconsolidamento della memoria.
  • Elencare e spiegare quali sono i tre indicatori o marker del cambiamento trasformativo, la cui presenza conferma che sono stati facilitati con successo i processi di riconsolidamento della memoria e di reale disapprendimento.
  • Spiegare il principio guida fondamentale della Terapia della Coerenza, ossia la “coerenza dei sintomi”, e in che modo quest’ultima è all’origine sia dell’insorgenza che della scomparsa dei sintomi.
  • Esaminare la reazione del paziente e riconoscere qualsiasi nuova indicazione relativa all’apprendimento emotivo sottostante.
  • Utilizzare una tipologia specifica di empatia, l’“empatia della coerenza”, che costituisce un aiuto fondamentale nell’applicare la metodologia della Terapia della Coerenza.
  • Spiegare come riconoscere la necessaria qualità “esperienziale” del processo terapeutico nell’ambito della Terapia della Coerenza.
  • Definire gli elementi costitutivi dell’esperienza relativa alla “giustapposizione” che la Terapia della Coerenza punta a creare affinché sia possibile completare la sequenza di disapprendimento alla base del riconsolidamento della memoria.
  • Definire il riconsolidamento della memoria dal punto di vista funzionale e spiegare come si differenzia dalla regolazione emotiva.
  • Spiegare e distinguere le due tipologie fondamentali di cambiamento terapeutico, ossia quello contrastante e quello trasformativo.
  • Evitare di seguire il “riflesso contrastante” del paziente, restando focalizzati, invece, sull’accesso completo al processo di apprendimento emotivo esistente, all’origine dei suoi sintomi.
  • Definire un processo di “apprendimento emotivo” in termini di conoscenza implicita adattiva.
  • Definire le due componenti principali di uno schema emotivo o modello mentale all’origine dei sintomi del paziente.
  • Spiegare le differenze tra la memoria episodica e quella semantica.
  • Affrontare una seduta terapeutica seguendo dei prinicpi anziché dei protocolli.

 

Parte 4:

  • Identificare un aspetto vantaggioso del concetto di Sé (o Self) nel modello IFS, non esplicitamente incluso all’interno del processo di Elaborazione Adattiva dell’Informazione (AIP) del modello EMDR.
  • Comprendere la relazione tra Attenzione Duale Funzionale e Presenza del Sé (Self-Presence).
    Comprendere il concetto di energia con specifico riferimento alle Parti Protettive e le modalità con cui è possibile misurarla ed elaborarla all’interno del Protocollo EMDR.
  • Comprendere il concetto di energia con specifico riferimento alle qualità del Sé e le modalità con cui quest’ultime possono essere misurate e integrate come risorse all’interno del Protocollo EMDR.
  • Individuare almeno una modalità di utilizzo del linguaggio IFS per ottenere una Cognizione Negativa (NC), Cognizione Positiva (CP) o Validità Cognitiva (VOC).
  • Definire un target per la fase di assessment informata sull’IFS.
  • Descrivere come modificare il target – passando dall’Esule al Protettore – utilizzando una serie di scale informate sull’IFS durante la fase di desensibilizzazione.
  • Utilizzare almeno 3 interventi integrativi (o interweave) caratteristici del modello IFS durante la fase di desensibilizzazione.
  • Identificare, oltre all’utilizzo delle risorse e alla desensibilizzazione, un terzo tipo di elaborazione, in cui la stimolazione bilaterale si ispira a una fase della Terapia della Coerenza.
  • Comprendere come ottenere cognizioni negative precise durante la fase di assessment avvalendosi di concetti tratti dalla Terapia della Coerenza.
  • Esaminare la relazione con le proprie “parti del terapeuta” basandosi sul modello IFS.
  • Spiegare a cosa si riferisce esattamente l’espressione “la parte più grande presente”.
  • Spiegare la differenza tra la fase di assessment convenzionale del Protocollo EMDR e la fase di assessment modificata utilizzata nel processo di scoperta.
Descrizione dell’evento

Parte 1: L’impatto dell’EMDR nella guarigione del trauma complesso: Dalla stabilizzazione alla rielaborazione a cura di Dolores Mosquera

La terapia EMDR offre un percorso in grado di infondere speranza e favorire la guarigione dei pazienti che hanno vissuto molteplici esperienze traumatiche. Le manifestazioni più complesse del trauma possono, tuttavia, mettere in seria difficoltà i terapeuti. Il trattamento orientato per fasi è una guida eccellente per strutturare il lavoro con quei pazienti che presentano disturbi trauma-correlati particolarmente complessi. Comprendere in che modo il Modello di Elaborazione Adattiva dell’Informazione (Adaptive Information Processing – AIP) può orientare gli interventi terapeutici è, quindi, estremamente utile nella pratica clinica. Questo modulo offrirà ai partecipanti una panoramica completa non soltanto sulle strutture e i processi alla base della terapia EMDR, ma anche – e soprattutto – sulla sua applicazione al trattamento del trauma complesso, evidenziando così gli elementi chiave che questo approccio terapeutico può apportare alla guarigione del trauma severo. Durante questo modulo, i partecipanti apprenderanno i presupposti e i concetti fondamentali del Protocollo Standard dell’EMDR e della sua applicazione al trattamento del trauma complesso attraverso sessioni teoriche accompagnate da slide, nonché attraverso la presentazione di casi clinici. Seguiranno, inoltre, esercitazioni pratiche da svolgere all’interno delle stanze virtuali di Zoom, finalizzate ad aiutare i clinici a comprendere come identificare gli indicatori individuali in grado di segnalare non soltanto l’effettiva prontezza del paziente a lavorare sul trauma, ma anche l’eventuale presenza di blocchi. Questo permetterà ai partecipanti di apprendere come implementare in modo sicuro, sin dalle prime fasi della terapia, il lavoro con le memorie traumatiche, utilizzando un approccio progressivo. Il modulo illustrerà altresì il percorso terapeutico che, iniziando con la fase di stabilizzazione, consente di giungere, infine, alla rielaborazione delle memorie traumatiche. NB: Nonostante questo modulo sia aperto a tutti gli psicoterapeuti, a prescindere dallo specifico contesto professionale di appartenenza, per poter seguire in modo ottimale, si consiglia vivamente ai partecipanti di acquisire quantomeno delle conoscenze di base sulla terapia EMDR prima del webinar (per es. attraverso letture, altri seminari e/o esperienze personali). Avere una certa familiarità con i concetti di base della Terapia EMDR è, quindi, caldamente raccomandato, benché non costituisca, di fatto, un pre-requisito obbligatorio per la partecipazione al webinar.

 

Parte 2: Fondamenti della Terapia dei Sistemi Familiari Interni (IFS) a cura di Bruce Hersey e Michelle Richardson

Da tempo, utilizzare unicamente l’EMDR per affrontare la dissociazione, le difese dei pazienti e complessità di vario genere desta una certa preoccupazione nei terapeuti. A questo proposito, importanti esponenti nel campo dell’EMDR e del trattamento del trauma consigliano fortemente di integrare la terapia degli Stati dell’Io, in una delle sue svariate forme, alla propria pratica clinica. In questo contesto, la Terapia dei Sistemi Familiari Interni o IFS (Internal Family Systems Therapy) si inserisce come approccio sempre più noto per le sue caratteristiche sistemiche, relazionali e non patologizzanti. Nel modello IFS, infatti, gli Stati dell’Io vengono concepiti come parti insite in un sistema adattativo e protettivo, guidate da un Sé o Self (superiore), che differisce dalle parti in termini qualitativi. Grazie alla sua presenza energetica, il Sé è, infatti, in grado di guarire le parti oberate da un fardello, bloccate, ferite oppure estreme/sintomatiche instaurando con esse una relazione curativa. L’Energia del Sé (Self-Energy), derivata dalla Presenza del Sé (Self-Presence), ha un effetto curativo sulle suddette parti. Durante questo modulo, i partecipanti apprenderanno i presupposti e i concetti di base del modello IFS attraverso sessioni teoriche accompagnate da slide, nonché attraverso dimostrazioni dal vivo effettuate con l’aiuto di volontari, finalizzate a illustrare il processo dell’IFS. Infine, avranno la possibilità di fare esercizi pratici, interpretando sia il ruolo del paziente che del terapeuta, ricevendo supporto da parte di Bruce e Michelle, che saranno a disposizione per rispondere a eventuali domande e dare indicazioni durante gli esercizi. NB: Nonostante questo modulo sia aperto a tutti gli psicoterapeuti, a prescindere dallo specifico contesto professionale di appartenenza, per poter seguire in modo ottimale, si consiglia vivamente ai partecipanti di acquisire quantomeno delle conoscenze di base sul modello IFS prima del webinar (per es. attraverso letture, altri seminari e/o esperienze personali). Avere una certa familiarità con i concetti di base della Terapia dei Sistemi Familiari Interni è, quindi, caldamente raccomandato, benché non costituisca, di fatto, un pre-requisito obbligatorio per la partecipazione al webinar.

 

Parte 3: Terapia della Coerenza: Innescare un cambiamento trasformativo attraverso il riconsolidamento della memoria a cura di Bruce Ecker, Michał Jasiński e Hannah Emery

Attraverso sessioni teoriche, filmati clinici, una dimostrazione dal vivo realizzata dal co-creatore stesso di questo approccio terapeutico – Bruce Ecker – nonché esercitazioni pratiche da svolgere a piccoli gruppi all’interno delle stanze virtuali di Zoom, i partecipanti saranno guidati alla scoperta della Terapia della Coerenza e della sua versatile metodologia orientata al cambiamento profondo e incentrata su uno dei processi di base del cervello, il disapprendimento emotivo, identificato dagli studi neuroscientifici sul riconsolidamento della memoria. Tale processo è in grado di innescare un cambiamento trasformativo nei pazienti, nonché di determinare la scomparsa duratura dei loro sintomi principali e del disagio emotivo sottostante. Durante il webinar, i clinici apprenderanno un insieme di tecniche esperienziali rivelatesi spesso ottimali nella Terapia della Coerenza, pur restando comunque liberi di utilizzare qualsiasi altra tecnica esperienziale del proprio repertorio per portare avanti un processo terapeutico ben strutturato e potente, che integra al suo interno tecniche appartenenti ad altri approcci altamente efficaci, come IFS, EMDR, EFT, AEDP, SE e altri ancora. La Terapia della Coerenza si è dimostrata particolarmente efficace nel trattare una vasta gamma di sintomi, sia trauma-correlati che non, sia relativi all’attaccamento che non. Il quadro concettuale non patologizzante della Terapia della Coerenza consente di far luce, infatti, sulla fenomenologia relativa al modo in cui gli schemi o i modelli mentali presenti nei processi di apprendimento emotivo implicito determinano l’insorgere dei sintomi, nonché al modo in cui quest’ultimi possono scomparire grazie a un profondo disapprendimento emotivo.

 

Parte 4: EMDR informata sulla Terapia dei Sistemi Familiari Interni: Un approccio integrato a cura di Bruce Hersey and Michelle Richardson

Questo webinar didattico ed esperienziale offrirà una panoramica dettagliata sugli Stati dell’Io, inseriti nel contesto della terapia EMDR e visti attraverso la lente del modello IFS, con un focus specifico sulla loro presenza ubiquitaria, sulle difese e sui fenomeni relazionali. Grazie alla creazione di un ponte concettuale tra questi due modelli terapeutici, i partecipanti avranno la possibilità di acquisire nuovi strumenti e categorie linguistiche aggiuntive al fine di arricchire la comunicazione terapeuta-paziente durante l’esplorazione dei processi interiori di quest’ultimo. Attraverso questo modulo, i partecipanti avranno altresì l’opportunità di comprendere l’importanza della Presenza del Sé nel paziente, nonché della co-presenza o attivazione di una parte target in relazione al Sé. Verranno approfondite, inoltre, diverse modalità finalizzate a promuovere e mantenere l’Attenzione Duale Funzionale durante le fasi di assessment e desensibilizzazione, utilizzando varie scale di misurazione (in aggiunta alle scale SUD e VOC) per valutare l’Energia del Sé, l’emozione correlata allo stato e l’intenzione protettiva. Il webinar analizzerà, infine, come integrare le tecniche del riconsolidamento della memoria che caratterizzano il modello della Terapia della Coerenza all’interno della pratica clinica, al fine di ottenere maggior precisione nell’elaborazione delle memorie implicite sottostanti, favorendo così una più accurata identificazione ed elaborazione di cognizioni positive e negative appropriate durante la fase di assessment. I partecipanti apprenderanno attraverso sessioni teoriche accompagnate da slide, dimostrazioni dal vivo effettuate con l’aiuto di volontari, nonché esercitazioni pratiche, durante le quali potranno consolidare quanto appreso attraverso la pratica.

 

A chi è rivolto questo evento?

Originariamente ideato per preparare i terapeuti con una formazione in EMDR a partecipare al webinar “EMDR informata sulla Terapia dei Sistemi Familiari Interni: Un approccio integrato”, questo modulo è accessibile, in realtà, a tutti gli psicoterapeuti, non soltanto a quelli specializzati in EMDR. Trattandosi, infatti, di un webinar prevalentemente incentrato sui fondamenti dell’IFS, qualsiasi terapeuta, a prescindere dallo specifico contesto professionale di appartenenza, può prendervi parte e trarne beneficio.

Scopri il programma dell’evento
22 Novembre 2024 dalle 15:00 alle 17:00

15:00-16:00: Fondamenti teorici e concetti alla base del Protocollo Standard dell’EMDR e del Modello di Elaborazione Adattiva dell’Informazione (AIP).

16:00-17:00: Come identificare e rafforzare i segnali che indicano la prontezza del paziente a lavorare sul trauma.

17:00-17:15: Pausa

17:15-18:00: Presentazione di casi clinici esemplificativi

18:00-18:45: Esercitazione pratica nelle stanze virtuali.

18:45-19:00: Debriefing relativo all’esercizio, domande e risposte.

 

23 Novembre 2024 dalle 15:00 alle 17:00

15:00-16:00: I problemi più comuni e le soluzioni da utilizzare nell’ambito del lavoro sul trauma con i pazienti che presentano traumi complessi.

16:00-17:00: Gli strumenti che consentono di applicare l’EMDR al trattamento del trauma complesso.

17:00-17:15: Pausa

17:15-18:00: Presentazione di casi clinici esemplificativi

18:00-18:45: Esercitazione pratica nelle stanze virtuali.

18:45-19:00: Debriefing relativo all’esercizio, domande e risposte.

 

24 Novembre 2024 dalle 15:00 alle 17:00

15:00-16:00: Come distinguere quando è opportuno applicare la terapia EMDR al trattamento del PTSD, del PTSD complesso e ai disturbi dissociativi.

16:00-17:00: Le tecniche specifiche utilizzate dalla terapia EMDR per effettuare una micro-elaborazione e stabilizzare il paziente.

17:00-17:15: Pausa

17:15-18:00: Presentazione di casi clinici esemplificativi

18:00-18:45: Esercitazione pratica nelle stanze virtuali.

18:45-19:00: Debriefing relativo all’esercizio, domande e risposte.

24 Gennaio 2025 dalle 15:00 alle 17:00

15:00-16:00: Panoramica introduttiva.

16:00-16:15: Meditazione ispirata alla Terapia dei Sistemi Familiari Interni.

16:15-17:15: Cominciare a lavorare con una parte: localizzare la parte, focalizzarsi su di essa e conoscerla meglio; Manager, soccorritori ed esuli.

17:15-17:30: Pausa.

17:30-18:00: Localizzare le parti: Dimostrazione.

18:00-18:45: Localizzare le parti: Esercitazione pratica nelle stanze virtuali.

18:45-19:00: Debriefing relativo all’esercizio, domande e risposte.

 

25 Gennaio 2025 dalle 15:00 alle 17:00

15:00-16:00: Il Sé o Self; Fusione e scissione; Accesso diretto.

16:00-17:00: Testimonianza; le 6 F; Oneri o fardelli.

17:00-17:15: Pausa.

17:15-17:45: Scissione/testimonianza: Dimostrazione.

17:45-18:45: Scissione/testimonianza: Esercitazione pratica nelle stanze virtuali.

18:45-19:00: Debriefing relativo all’esercizio, domande e risposte.

 

26 Gennaio 2025 dalle 15:00 alle 17:00

15:00-16:00: Guarigione; Testimonianza; Recupero; Sgravio. 

16:00-16:30: Flusso del modello IFS (ripasso).

16:30-16:45: Pausa.

16:45-17:45: Testimonianza o guarigione: Dimostrazione.

17:45-18:45: Testimonianza o guarigione: Esercitazione pratica nelle stanze virtuali.

18:45-19:00: Debriefing relativo all’esercizio, domande e risposte.  

14 Febbraio 2025 dalle 15:00 alle 19:00

15:00-16:00: Lezione teorica – L’apprendimento emotivo come processo alla base dell’insorgenza dei sintomi:

(Le diverse tipologie di memorie emotive e i loro contenuti;  Schemi e modelli mentali impliciti: esempi e struttura; Coerenza dei sintomi: l’elemento all’origine sia dell’insorgenza che della scomparsa dei sintomi).

16:00-17:00: Lezione teorica – Come funziona il processo di disapprendimento del cervello: Il riconsolidamento della memoria:

(Le due principali tipologie di cambiamento terapeutico: cambiamento profondo VS cambiamento competitivo; In che modo il processo di riconsolidamento della memoria genera un cambiamento profondo; Disapprendimento: una tipologia speciale e trasformativa di cambiamento profondo; La sequenza di disapprendimento: il coronamento della ricerca neuroscientifica relativa al riconsolidamento della memoria )

17:00-17:15: Pausa

17:15-17:30: Domande e risposte

17:30-18:45: Lezione teorica – La metodologia della Terapia della Coerenza

(L’identificazione dei sintomi; La fase di scoperta: L’accesso esperienziale agli schemi sottostanti che provocano l’insorgere dei sintomi; Tecniche specifiche da utilizzare durante il processo di scoperta; Esempi e filmati clinici;  La fase di integrazione: Sviluppare una consapevolezza ordinaria della “verità emotiva del sintomo” portata alla luce; Gli effetti dell’esperienza relativa alla verità emotiva del sintomo: de-patologizzazione, senso di agenzia, scopo, validità, coerenza-del-Sé; Resistenze: Riconoscerle, rispettarle, coinvolgerle attivamente e dissolvere individuando la verità emotiva all’interno di esse).

18:45-19:00: Domande e risposte

 

15 Febbraio 2025 dalle 15:00 alle 19:00

15:00-16:00: Lezione teorica – La metodologia della Terapia della Coerenza (continuo)

(La fase della trasformazione: Il disapprendimento profondo dello schema o modello mentale scoperto; Identificare una fonte di conoscenza contraddittoria nella vita del paziente: Il “rilevatore” del paziente della discordanza; Identificare una fonte di conoscenza contraddittoria nella vita del paziente: Tecniche di ricerca intenzionali; Il completamento della sequenza di disapprendimento: Creare un’esperienza relativa alla giustapposizione; Disconferma esperienziale = “Esperienza emotiva correttiva”;  I tre indicatori del cambiamento trasformativo: Conferma dell’avvenuto riconsolidamento della memoria e di un disapprendimento reale; Dimostrazione con filmati clinici;  Resistenze all’invalidamento dello schema).

16:00-16:15: Domande e risposte

16:15-16:30: Pausa 

16:30-17:30: Dimostrazione dal vivo con Bruce Ecker

17:30-18:15: Discussione sulla dimostrazione e sessione di domande e risposte con Bruce Ecker 

18:15-19:00: Compatibilità della Terapia della Coerenza con l’utilizzo di atri approcci terapeutici, come l’IFS, l’EMDR, l’EFT, il SE, l’AEDP, etc. 

 

16 Febbraio 2025 dalle 15:00 alle 19:00

15:00-19:00: Esercitazioni pratiche da svolgere a piccoli gruppi all’interno delle stanze virtuali di Zoom, con il supporto dei docenti.

(I partenticipanti, divisi in gruppi da 3, effettueranno tre esercitazioni pratiche all’interno delle stanze virtuali, ognuna delle quali sarà seguita da una discussione con il resto del gruppo. Saranno previsti 15 minuti di pausa prima della terza esercitazione).

14 Marzo 2025 dalle 15:00 alle 19:00

15:00-15:30: Panoramica introduttiva.

15:30-16:00: Sé ed Energia.

16:00-16:30: Sé ed Energia: Dimostrazione.

16:30-17:15: Sé ed Energia: Esercitazione pratica nelle stanze virtuali.

17:15-17:30: Pausa.

17:30-18:00: Parti ed Energia: Dimostrazione.

18:00-18:45: Parti ed Energia: Esercitazione pratica nelle stanze virtuali.

18:45-19:00: Debriefing relativo all’esercizio, domande e risposte.

 

15 Marzo 2025 dalle 15:00 alle 19:00

15:00-15:30: Attenzione duale: Una rivisitazione.

15:30-17:00: La fase di assessment informata sul modello IFS.

17:00-17:15: Pausa.

17:15-17:45: La fase di assessment informata sul modello IFS: Dimostrazione.

17:45-18:45: La fase di assessment informata sul modello IFS: Esercitazione pratica nelle stanze virtuali.

18:45-19:00: Debriefing relativo all’esercizio, domande e risposte.

 

Michelle Richardson è co-fondatrice del Syzygy Institute e titolare del Mindful Soul Center for Wellbeing, un centro di psicoterapia molto attivo, situato nel sud del New Jersey. All’interno del centro, Michelle si è specializzata nel il trattamento dei traumi complessi e della dissociazione; inoltre, svolge attività di supervisione clinica e consulenza rivolte a terapeuti in fasi diverse del proprio percorso professionale. In qualità di consulente abilitata dall’EMDRIA e di terapeuta certificata IFS, Michelle aiuta i terapeuti a navigare nelle acque spesso torbide e complesse della psicoterapia, affinché acquisiscano maggiore chiarezza e fiducia nelle proprie capacità. Nell’ambito del Syzygy Institute, la missione di Michelle è quella di introdurre i terapeuti all’integrazione sinergica tra la Terapia dei Sistemi Familiari Interni e l’EMDR, con l’obiettivo di ottenere una guarigione duratura per i loro pazienti, anche nei casi più complessi.
Bruce Hersey
Bruce Hersey è consulente abilitato all’insegnamento dei modelli EMDR (certificazione EMDRIA) e IFS (IFS-I Approved Clinical Consultant). Negli ultimi vent’anni ha condotto numerosi corsi sulla Terapia dei Sistemi Familiari Interni, sia di livello base che avanzato. È intervenuto come relatore alle conferenze internazionali organizzate da diverse organizzazioni del settore (EMDRIA, EMDRAA, EMDR UK, AASECT e IFS International) e, dal 2013, tiene regolarmente corsi di formazione sull’integrazione tra l’EMDR e l’IFS. È intervenuto come relatore a numerose conferenze a livello internazionale: dall’Australia all’Italia, dalla Russia al Kazakhstan (in modalità virtuale). Come consulente, ha supervisionato centinaia di terapeuti in tutto il mondo, sia individualmente che in gruppo. I suoi corsi in modalità asincrona sono disponibili sul sito emdrifs.com. Bruce è co-fondatore, insieme a Michelle Richardson, del Syzygy Institute, punto di riferimento per l’insegnamento live – da parte di Trainer formati da entrambi – dell’EMDR informata sull’IFS. La sua esperienza come docente e consulente è stata ulteriormente arricchita dalle competenze acquisite lavorando come consulente e supervisore nel campo dell’ipnosi clinica (ASCH) e della terapia sessuale (AASECT).