Con le nostre memberships, accedi ad oltre 350 corsi on-demand e 50 ECM ogni anno. A partire da poco più di 1€ al giorno.. Clicca qui!
Corsi On Demand

Attaccamento e trauma 2015 – Sviluppo della Personalità e Psicoterapia

a cura di Peter Fonagy, Kathy Steele, Arnoud Arntz, Allan Schore, Russel Meares, Ed Tronick
MP0075
150 
MP0075
Puoi pagare i in 3 rate, senza interessi! Per gli ordini oltre 100€, al check-out, potrai selezionare il pagamento con Klarna, che ti permetterà di pagare in 3 volte senza interessi.
Corsi On Demand

Attaccamento e trauma 2015 – Sviluppo della Personalità e Psicoterapia

a cura di Peter Fonagy, Kathy Steele, Arnoud Arntz, Allan Schore, Russel Meares, Ed Tronick
MP0075
150 
MP0075
Puoi pagare i in 3 rate, senza interessi! Per gli ordini oltre 100€, al check-out, potrai selezionare il pagamento con Klarna, che ti permetterà di pagare in 3 volte senza interessi.
Pagamenti sicuri tramite Stripe, Inc. ©
🎁 Ricevi in regalo 🎁
un corso di Janina Fisher
Scorri in basso …
Come accedere a questo Corso On-Demand?
Dopo l’acquisto ti sarà sufficiente entrare nella tua Bacheca e scegliere questo corso On-Demand per poter vedere tutti i video e scaricare le eventuali risorse (come slides e altro materiale). Ti ricordiamo che la visualizzazione dei corsi può avvenire, sul nostro sito web, da qualsiasi dispositivo (computer, smartphone e tablet), tutte le volte che vorrai.
Cosa imparerai da questo Corso On-Demand?

Attaccamento, Traumi semplici e complessi possono determinare quello che sarà lo sviluppo del cervello ma anche della personalità di una persona. Negli ultimi anni la comunità scientifica è stata sempre più concorde nel delineare importanti legami tra Attaccamento, Traumi, Sviluppo della Personalità e patologia. Così come negli ultimi anni molti sono stati anche gli sviluppi delle Terapie che hanno mostrato e stanno mostrando di essere efficaci nel trattamento di quei disturbi legati ai legami di attaccamento e ai Traumi subiti. Numerosi sono stati anche gli studi che verificano ciò che funziona ed è importante nella terapia del Trauma e dei Disturbi di Personalità. I massimi Esperti mondiali in questo ambito si incontrano per esporre la loro vastissima conoscenza riguardo ad Attaccamento, Trauma, Sviluppo della Personalità e Psicoterapia. Dopo la prima eccezionale edizione questo Congresso costituisce un’occasione imperdibile per partecipare ad uno scambio di conoscenze “storico” nel panorama della psicoterapia internazionale. Oltre ad undici relazioni e tre tavole rotonde, è stato lascito più spazio per le domande e per la prima volta verrà assegnato un premio internazionale per la Ricerca nel settore. Inoltre sarà possibile partecipare ai pranzi culturali con l’accompagnamento di musica classica eseguita da musicisti professionisti e al Sabato sarà possibile partecipare alla cena di gala con successivo Concerto il tutto nella suggestiva cornice del Teatro Brancaccio nel centro di Roma.

A chi è rivolto questo Corso On-Demand?
Questo Corso On-Demand è rivolto a tutti gli psicologi e psicoterapeuti.
In questo Corso On-Demand gli speakers parlano di …
Presentazione di Allan Schore
Presentazione di Eckhard Roediger

CURARE LE RELAZIONI: SCHEMA THERAPY PER COPPIE

Il modello della Schema therapy illustra come i bisogni di base insoddisfatti, le espe- rienze traumatiche e un attaccamento insicuro portano a schemi maladattivi e com- portamenti di coping. Sfortunatamente, la chimica degli schemi ha un ruolo importan- te nel momento in cui scegliamo i nostri partner. Ci ritroviamo dunque negli stessi ruoli complementari, e talvolta ritraumatizzanti, che avevamo di solito nell’infanzia e com- battiamo le persone significative precedenti nella figura dei nostri partner, “premendo uno i pulsanti emotivi dell’altro” in una escalation di cicli di mode.

A differenza della maggioranza degli altri approcci impiegati nella terapia di coppia, la Schema therapy non lavora soltanto con la coppia ma include sedute con un singolo partner inserite in un piano di trattamento individuale. Ciò consente il trattamento anche di gravi disturbi della personalità o associati a un trauma migliorando, nel con- tempo, le relazioni in corso. E ancora di più: possiamo cominciare a lavorare con un partner e includere successivamente l’altro in misura minore o maggiore. L’inclusione di un partner più sano supporta il corso della terapia mentre questi si sente sostenu- to dal terapeuta. La Schema therapy è molto flessibile a tal proposito. Ma bilanciare queste relazioni è complicato.

La presentazione introduce il quadro di riferimento teorico e descrive come i cicli di mode funzionano e possono essere modificati attraverso l’appagamento di bisogni di base frustrati, la riconnessione emotiva realizzata con l’imagery e i discorsi di connes- sione tra i mode Adulto sano.

Presentazione di Allan Schore

NELLA PSICOTERAPIA IL CERVELLO DESTRO È DOMINANTE

Il dottor Schore parlerà di come recenti studi sul cervello destro – dominante per l’elaborazione implicita, non verbale, intuitiva e olistica delle informazioni emotive e delle interazioni sociali – possono spiegare i meccanismi neurobiologici sottostanti ai fondamenti relazionali della psicoterapia. Le evidenze che saranno fornite, tratte da varie discipline, documentano le funzioni dell’emisfero cerebrale destro in: processi di attaccamento precoci; comunicazioni emotive all’interno dell’alleanza terapeutica; messe in atto reciprocamente terapeutiche; processi di cambiamento terapeutici. Questo lavoro evidenzia come l’attuale enfasi posta sui processi relazionali sia condi- visa tanto dalla psicologia quanto dalle neuroscienze, consenta uno scambio fecondo tra le due discipline e le stia trasformando, con importanti conseguenze per i modelli di psicologia clinica del cambiamento psicoterapeutico.

Presentazione di Daniel J. Siegel

PERSONALITÀ: TEMPERAMENTO, ATTACCAMENTO E SVILUPPO DELLA MENTE

La psicoterapia consente al clinico di assistere gli individui nell’identificazione dei pat- tern di pensieri, sentimenti e comportamenti che è possibile stiano ponendo loro dei limiti al vivere una vita piena e gratificante. Alcuni degli aspetti di cui si compone il pro- filo attuale dell’individuo potrebbero essere dovuti a esperienze derivate dalle relazioni di attaccamento, mentre è possibile che altri esistano in funzione di inclinazioni neurali innate dette temperamento. La presentazione si immergerà nell’analisi delle modalità di interazione tra esperienze e temperamento che ha luogo lungo tutto l’arco della vita nella personalità umana che si dispiega. Ci si focalizzerà dunque su come i clinici possono distinguere questi aspetti importanti, ma distinti, dello sviluppo umano al fine di ottimizzare gli esiti terapeutici.

Presentazione di Kathy Steele

DALLA RESISTENZA ALLA COMPRENSIONE
APPROCCI PSICOTERAPEUTICI INTEGRATI CON PAZIENTI TRAUMATIZZATI DIFFICILI

Un gran numero di pazienti con traumi cronici esperisce crisi, angoscia, disregolazio- ne e confusione che si protraggono nel tempo e che possono essere trasmesse al terapeuta. Questi pazienti fanno spesso uso di strategie di difesa e di attaccamento disorganizzato che rendono difficile la stabilità della relazione terapeutica. Non sem- pre i clinici rispondono al meglio quando si trovano ad affrontare, ad esempio, la furia umiliata, la dissociazione profonda e il diniego, le richieste e i bisogni, la regressione, le pretese, il sadomasochismo, la sofferenza insopportabile e il senso di solitudine, il senso di vuoto e l’insensibilità, l’evitamento e i silenzi estremi, e le condotte di auto- lesionismo e suicidalità intense dei pazienti. Anche i terapeuti esperti possono venire travolti e avere difficoltà a rimanere saldi, presenti ed efficienti con i pazienti più diffici- li. La presentazione tratterà degli approcci integrati ai pazienti altamente “resistenti”. Esploreremo la natura protettiva della resistenza, in particolare con chi, per sfuggire alle esperienze interiori e alle difficoltà relazionali, ha sviluppato persistenti strategie connesse alla personalità. Esamineremo diversi tipi di resistenza e i vari approcci per farvi fronte. Prenderemo inoltre in considerazione le strategie per “unirsi alla resisten- za” con il paziente, spingendolo a diventare insieme a noi terapeuti un partecipante- osservatore nello sviluppo congiunto di un approccio mentalizzante ai comportamenti “resistenti”. Il ricorso a una forma particolare di attaccamento collaborativo, anziché accudente, supporta regolazione e mentalizzazione. Si tratta di abilità essenziali ne- cessarie affinché il paziente sia coinvolto nel duro lavoro della comprensione: che il trauma c’è stato, che ora si è concluso, e che credenze radicate e strategie emotive e di attaccamento possono trasformarsi in modi di essere più efficaci e significativi, in tutta sicurezza. Infine, esamineremo le difficoltà di continuare il nostro coinvolgimento relazionale con tali pazienti, attenti alle nostre difese ma non immersi in esse.

Presentazione di Edward Tronik

COSTRUZIONE MULTILIVELLO DI SIGNIFICATO, REGOLAZIONE RELAZIONALE E STRESS

Gli esseri umani sono creatori di signifificato su se stessi in relazione al mondo di per- sone, all’universo inanimato e al proprio sé. Tali signifificati sono tenuti all’interno degli stati di coscienza di ciascun individuo, e si espandono quando le persone, impegnate in scambi signifificativi, formano stati diadici di coscienza. La mancata creazione del signifificato sul proprio sé in relazione al mondo di persone e cose costituisce una ca- tastrofe psicologica, un trauma. È importante che il signifificato su se stessi nel mondo sia costruito a livelli multipli, cerebrali e corporei – psicobiologi. Ciascuno di questi multipli livelli di signifificato è condizionato dalle esperienze stressanti e traumatiche. Con il proposito di esemplifificare tale concettualizzazione psicobiologica, si presente- ranno nuovi studi sugli esseri umani provenienti dal mio laboratorio su genetica, fifisio- logia, emozioni, epigenetica e interazioni caretaker-bambino. Si indicheranno inoltre le implicazioni per gli interventi terapeutici. La presentazione farà uso di registrazioni video dell’esperimento del volto immobile in lattanti e bambini; per illustrare il mio pen- siero, ci si avvarrà anche di altri contesti.

Recensioni: cosa dice chi lo ha già acquistato?

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Attaccamento e trauma 2015 – Sviluppo della Personalità e Psicoterapia”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Allan Schore
Allan Schore fa parte della facoltà clinica del Dipartimento di Psichiatria e Scienze Biocomportamentali e della David Geffen School of Medicine dell’UCLA. È autore di otto volumi fondamentali, tra cui Affect Regulation and the Origin of the Self, Affect Dysregulation and Disorders of the Self, Affect Regulation and the Repair of the Self, The Science of the Art of Psychotherapy, Right Brain Psychotherapy e The Development of the Unconscious Mind, nonché di numerosi articoli e capitoli. La sua teoria della regolazione, fondata sulle neuroscienze dello sviluppo e sulla psicoanalisi dello sviluppo, si concentra sull’origine, la psicopatogenesi e il trattamento psicoterapeutico del sé implicito soggettivo in formazione precoce.
Arnoud Arntz
Arnoud Arntz è professore di psicologia clinica presso l’Università di Amsterdam, Paesi Bassi. I suoi principali interessi di ricerca riguardano i disturbi d’ansia e di personalità, sia applicati che fondamentali. Esercita anche la professione di psicoterapeuta presso l’Istituto De Viersprong di Amsterdam, dove si occupa di pazienti con disturbi di personalità. Insieme ad Adam Radomsky, è redattore del Journal of Behavior Therapy and Experimental Psychiatry. Nello sviluppo e nella sperimentazione di teorie e trattamenti psicologici, mira a collegare la ricerca di base con il lavoro clinico. È forse più noto per il suo contributo allo sviluppo della Schema Therapy e dell’Imagery Rescripting. Il professor Arntz ritiene che il lavoro clinico sia essenziale per collegare le aree della ricerca di base con le applicazioni cliniche.
Ed Tronick
Ed Tronick, neuroscienziato dello sviluppo e psicologo clinico, è un ricercatore e insegnante di fama mondiale, riconosciuto a livello internazionale per il suo lavoro sullo sviluppo neurocomportamentale e socio-emotivo dei neonati e dei bambini piccoli, sulla genitorialità negli Stati Uniti e in altre culture e sulla salute mentale dei neonati e dei genitori. Tronick è professore emerito di psicologia presso l’Università del Massachusetts di Boston, direttore dell’unità di sviluppo infantile dell’UMB, ricercatore associato di medicina neonatale presso il Brigham and Women’s Hospital e docente di pediatria presso la Harvard Medical School. È anche docente di Salute materna e infantile presso la Harvard School of Public Health e di Sviluppo umano presso la Harvard School of Education, nonché membro della Boston Psychoanalytic Society and Institute. Ha sviluppato il paradigma Still-face, un prototipo standard per lo studio dello sviluppo socio-emotivo.
Kathy Steele
Kathy esercita privatamente dal 1985 e dal 1988 lavora presso il Metropolitan Psychotherapy Associates di Atlanta, Georgia. Fino al 2016 è stata direttore clinico del Metropolitan Counseling Services, un centro di formazione e psicoterapia senza scopo di lucro. Kathy si è laureata presso l’Università della Carolina del Sud ed ha completato il suo percorso di laurea presso la Emory University. È Past President e Fellow della Società Internazionale per lo Studio del Trauma e della Dissociazione (ISSTD) e ha fatto parte per due mandati del Consiglio della Società Internazionale per gli Studi sullo Stress Traumatico (ISTSS). Kathy ha fatto parte della task force internazionale che ha sviluppato le linee guida per il trattamento dei disturbi dissociativi e della task force internazionale congiunta che ha sviluppato le linee guida per il trattamento del disturbo post-traumatico da stress complesso. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti per il suo lavoro.
Peter Fonagy
Peter Fonagy è capo della Divisione di Psicologia e Scienze del Linguaggio dell’UCL, direttore del Centro Nazionale Anna Freud per i Bambini e le Famiglie di Londra, consulente del Programma per i Bambini e le Famiglie presso il Dipartimento Menninger di Psichiatria e Scienze Comportamentali del Baylor College of Medicine e professore ospite presso le Scuole di Medicina di Yale e Harvard. Ha ricoperto numerosi incarichi di leadership a livello nazionale, tra cui la presidenza del gruppo di riferimento per la misurazione degli esiti presso il Ministero della Salute, la presidenza di due gruppi di sviluppo di linee guida del NICE, la presidenza del gruppo strategico per gli standard occupazionali nazionali per le terapie psicologiche e la co-presidenza del gruppo di riferimento di esperti del Ministero della Salute sui bambini vulnerabili. Ha pubblicato oltre 500 articoli scientifici, 260 capitoli ed è autore o coautore di 19 libri.
Russel Meares
Russell Meares è professore emerito di psichiatria all’Università di Sydney. Si è formato in psichiatria presso il Royal Bethlem and Maudsley Hospitals, dove ha stretto un’amicizia duratura con il defunto Robert Hobson, con il quale ha collaborato allo sviluppo del Modello conversazionale di psicoterapia, ideato per trattare le persone che non potevano essere trattate con altri mezzi e che oggi verrebbero definite “borderline”. I suoi libri più recenti per Routledge sono Intimità e alienazione (2000) e La metafora del gioco (2005). Russell Meares ha creato programmi per il trattamento del disturbo borderline di personalità che sono stati insegnati in tutta l’Australia. Sono state create facoltà per questi programmi presso l’Università di Sydney e anche all’interno dell’Associazione australiana e neozelandese di psicoterapia, di cui Russell Meares è stato presidente fondatore.

Attaccamento e trauma 2015 – Sviluppo della Personalità e Psicoterapia