ISC logo Form Psico

Enactive trauma therapy: aumentare il potere d’azione dei soggetti traumatizzati

ISC | Istituto di Scienze Cognitive

About This Course

La Enactive Trauma Therapy è direttamente influenzata dal cosiddetto “enactive approach”, presente in ambito filosofico, psicologico e biologico. Secondo questo approccio, i soggetti traumatizzati, come chiunque altro:

• Sono essenzialmente inseriti e integrati all’interno del proprio ambiente;

• Sono dei sistemi organismo umano-ambiente, finalizzati al raggiungimento di un obiettivo, che puntano a preservare la propria esistenza e lottano per riuscirci;

• Sono sistemi affettivi primari, orientati all’attribuzione di un senso alle cose;

• Creano, mettono in atto (enact) un Sé e un mondo mentali e fenomenici, nonché un Sé che fa parte di questo mondo;

• Acquisiscono conoscenze principalmente attraverso le loro azioni sensomotorie, orientate al raggiungimento di un obiettivo e aventi una connotazione affettiva.

Da questa prospettiva, il trauma viene concepito come una ferita inferta all’intero siste-ma organismo umano-ambiente. L’essenza del trauma è costituita da una mancanza di integrazione delle diverse dinamiche associate al desiderio e agli sforzi per ottenere qualcosa: quelle che riguardano il desiderio di vivere la propria quotidianità e di evitare tutto ciò che viene percepito come una minaccia (in particolare le memorie traumatiche) e quelle relative al desiderio di difendere l’integrità del corpo. Nei disturbi dissociativi, queste dinamiche si trasformano in diversi sottosistemi dissociativi consapevoli e auto-consapevoli, che creano il proprio Sé e il proprio mondo mentali e fenomenici, nonché il proprio Sé che fa parte di questo mondo. Abusi infantili cronici, maltrattamenti e trascuratezza emotiva sono comunemente associati a tre sottosistemi dissociativi prototipici o “parti”: Parte Apparentemente Normale, Parte Emotiva Fragile, Parte Emotiva Controllante. Queste parti tendono a temersi, svalutarsi e rifiutarsi a vicenda. Oltre alle fobie nei confronti dell’attaccamento, dell’emozione e delle memorie traumatiche, le fobie sviluppate dalle parti dissociate l’una nei confronti dell’altra mantengono l’organizzazione dissociativa dell’individuo traumatizzato. La Enactive Trauma Therapy tenta di colmare il deficit integrativo e si basa su una concezione del paziente e del terapeuta come due sistemi organismo-ambiente che co-creano un mondo comune e che desiderano e lottano per raggiungere risultati comuni. Insieme, paziente e terapeuta danno vita a nuove azioni e significati. La loro collaborazione e il loro modo di comunicare somigliano a una danza: devono trovare il giusto ritmo, sintonizzarsi, tenere il tempo, essere sensibili all’equilibrio e al movimento; devono avere coraggio, nonché la capacità e la volontà di seguire e condurre l’altro. Più gli individui subiscono azioni dall’esterno e vengono influenzati da cause esterne, più restano in balia dei propri impeti e soffrono. Invece, più sono padroni di loro stessi, più agiscono; più agiscono, più sono in grado di provare gioia. La gioia, quindi, segnala un aumento del potere d’azione dell’individuo, che costituisce l’obiettivo principale della Enactive Trauma Therapy.

IL DOCENTE:

Ellert R.S. Nijenhuis, Ph.D. è uno psicologo, psicoterapeuta e ricercatore che, per oltre trent’anni, si è oc-cupato della diagnosi e del trattamento di pazienti gravemente traumatizzati. I principali ambiti su cui scrive e tiene svariate presentazioni sono la dissociazione trauma correlata e i disturbi dissociativi. Il Dott. Nijenhuis ha avviato uno studio bio-psicologico dei disturbi dissociativi complessi, di cui continua ad occuparsi. Inoltre, lavora come consulente presso Clienia Littenheid, in Svizzera. Le sue pubblicazioni teoriche, scientifiche e cliniche comprendono: “La Dissociazione Somatoforme” (edito da Astrolabio Ubaldini); “Fantasmi nel sé. Trauma e trattamento della dissociazione strutturale” (edito da Raffaello Cortina Editore), di cui è co-autore insieme a Onno van der Hart e Kathy Steele. I primi due volumi della recente trilogia “The Trinity of Trauma: Ignorance, Fragility, and Control” sono stati pubblicati nel 2015, mentre il terzo volume “Enactive Trauma Treatment” è stato pubblicato nell’aprile del 2017. La Società Internazionale per lo Studio del Trauma e della Dissociazione ha conferito al Dott. Nijenhuis numerosi riconoscimenti, tra cui il Lifetime Achievement Award. Sito web: www.enijenhuis.nl (l’iscrizione al sito è gratuita; una volta iscritti, è possibile accedere ad articoli scientifici e clinici sulla traumatizzazione cronica e la dissociazione).

 

Contenuto del corso

2 Lezioni8h 20m

Materiale Multimediale

Parte 14:43:00
Parte 23:37:00

Scrivi una recensione

ellert

120,00 

Durata 8.3 ore
Lezioni
2 lezione
Tipo
Language
Italian

Categorie di corso

EVENTO IN EVIDENZA

Evento dal vivo a Roma

Da Ven 30 Settembre a Dom 2 Ottobre 2022

Attaccamento e Trauma: Le nuove frontiere della ricerca e della pratica clinica
a cura di Suzette A. Boon, Mary Jo Barrett, Diana Fosha, Roger Solomon, Vincenzo Caretti, Elizabeth Warner, Jonathan Baylin, Skip Rizzo, Alessandro Carmelita, Marina Cirio, Ronald D. Siegel, Christiane Sanderson, Deb Dana

Potrai ricevere sino a 145 crediti ECM